OverBlog

lunedì 12 settembre 2011

Ansia da scuola

"Mamma ho mal di pancia" a chi, almeno una volta, non è capitato di sentire questa frase dal proprio bimbo prima di andare a scuola o all'asilo, ma molte volte non si tratta di scuse e capricci ma di vera e propria ansia da scuola vediamo come aiutare i nostri bimbi.





Succede a molti bambini di soffrire di ansia da scuola, è un disagio che coinvolge i bambini sia della scuola materna che delle elementari, prevalentemente si manifesta al mattino ed è caratterizzata da vari disturbi come nausea, mal di testa, mal di pancia, dolori alle ossa e in alcuni casi anche leggera febbre. Molto spesso questi disturbi terminano nel fine settimana o nelle vacanze. Queste paure della scuola in verità sono ansie di separazione dalla mamma e dalla casa, cose considerate dal bambino molto rassicuranti. L'ansia non è da considerare come un capriccio o una scusa per non andare a scuola ma è una cosa da affrontare insieme al bambino perché una trascuranza di questo disturbo può portare il bambino a non avere stima di sé e ad avere problemi futuri nell'affrontare nuove situazioni. Queste paure in fondo sono un percorso di crescita, quindi è bene parlarne col bambino e trovare una soluzione. Per prima cosa non bisogna cadere nell'errore di darla vinta al bambino, è inutile farsi commuovere e fargli saltare la scuola per qualche giorno, anzi bisognerebbe proprio insistere sulla frequenza giornaliera in modo che il bambino inizi pian piano ad abituarsi alla routine scolastica. Sta a noi genitori rassicurarlo che a scuola si divertirà e imparerà tante cose con i suoi coetanei.
Un altra cosa da fare è avvisare la maestra di questa fobia, solitamente conoscono bene questi casi e possono dare un aiuto concreto al bambino. Infine non trascurate il dialogo con il bambino, aspettate in un attimo in cui è calmo e chiedetegli cos'è che lo preoccupa e fategli capire che è importante frequentare la scuola e che è un occupazione come per esempio come quella del papà quando va a lavorare. Come ultima cosa, ma non meno importante, è dare al bambino la possibilità di stare insieme ai coetanei, infatti solitamente queste fobie riguardano la maggior parte delle volte i bambini che hanno la tendenza a stare sempre in casa con la mamma, quindi cerchiamo di creare più situazioni di socializzazione per il bambino. Con questi piccoli accorgimenti questo disturbo si può superare senza grossi problemi.

2 commenti:

sony ha detto...

Io lo dicevo sempre che avevo mal di pancia per non andare a scuola :)

Laura ha detto...

Pensa che le mie riuscivano a farsi venire la febbre a comando. Ogni lunedì, a rotazione avevano la febbre! :-)

Posta un commento

Ti ringrazio se vuoi commentare, torna a trovarmi ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...