OverBlog

giovedì 9 febbraio 2012

Insegnare ai bimbi, quando si va oltre?

Scrivo questo post per sapere un po' l'opinione di voi mamme, allora secondo voi fino a quanto è giusto insegnare le cose e stimolare i bimbi piccoli? Serve davvero o è più una cosa che soddisfa l'ego di noi genitori?







Mi spiego meglio, credo che a tutti piace giocare coi bimbi insegnandogli anche le cose come magari, i versi degli animali, i colori ecc.. ma fino a che punto è bene stimolare il proprio figlio? Io credo che bisogna anche lasciarli fare i bambini e lasciarli giocare liberamente perché in fondo avranno poi tempo con la scuola di imparare cose nuove se no rischiano di arrivare alle elementari e annoiarsi perché non vedono più la novità ma una cosa vista e rivista. Inoltre serve davvero che un bimbo di 2 anni o meno impari a fare cento cose? E' davvero utile per la sua crescita o, a volte, è più una soddisfazione del genitore che inconsciamente (o non) finisce solo per fare a gara con altri genitori?
Ora rispondetemi voi, avrei piacere di sentire varie opinioni :)

6 commenti:

Serena ha detto...

Credo sia giusto stimolarli ma come sempre tutto deve essere fatto nel rispetto della sua volontà. SI agli stimoli quindi, ma quando vedi che distoglie lo sguardo o non segue più, occorre essere intelligenti e mollare la presa.

Letizia ha detto...

E' una giusta osservazione Rossana e quello che dici dovrebbe farci riflettere sulle aspettative che nutriamo verso i nostri figli.
Ognuno di noi giurerebbe di essere un genitore indulgente, ma in realtà siamo spinti da più parti a diventare degli addestratori di piccoli aspiranti-geni.
Io mi trovo in una situazione anomala con il mio bambino e c'è stato un momento in cui mi sono anche dovuta preoccupare del fatto che a due anni conoscesse tutte le lettere dell'alfabeto, ma quando il suo interesse è calato, io non ho più chiesto per timore e lui ha iniziato a sbagliarne qualcuna, ammetto che un po' mi è dispiaciuto.
Tutti vorremmo dei piccoli geni in casa, ma dovremo aspirare solo ad avere bimbi felici e che si sentano amati anche quando sono un disastro.

Parola di Laura ha detto...

ho letto una bellissima frase della montessori "ogni aiuto non richiesto è un ostacolo alla crescita"; mi ha aiutato quando a volte crecavo di insegnare "troppo" in certi momenti che invece era meglio lasciare ai piccoli esploratori

Francesca ha detto...

Personalmente lascio sempre molto libera la mia bambina, tanto che una mia amica la chiama "la bambina indipendente".
Che c'entra, se c'è bisogno l'aiuto, ma preferisco che se la sbrighi da sola. A tre anni si vestiva di già, calzini compresi.
E' una bambina sveglia e vivace e io mi reputo una mamma discreta, se non buona. Ma sarà lei a giudicarmi...
Complimenti per il blog, mi piace!

Rossana ha detto...

@Serena e @Lety sono d'accordo con voi e la frase "dovremo aspirare solo ad avere bimbi felici e che si sentano amati anche quando sono un disastro." è davvero significativa.
@Laura la Montessori era davvero un mito
@Francesca grazie per i complimenti e ti dico che con la tua bimba fai benissimo :)

Mamma con l'Ipad ha detto...

credo che come sempre la via di mezzo sia la giusta misura! :):)

Posta un commento

Ti ringrazio se vuoi commentare, torna a trovarmi ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...