OverBlog

venerdì 12 ottobre 2012

Bamboccioni d'Italia tremate: sono arrivate le Smammas!


Se avete in mente il quadretto della mamma che sta a casa a fare la calzetta e, a servire e riverire i figli, toglietevelo dalla mente perchè a dimostrare il contrario sono arrivate le Smammas!
Chi sono? Le Smammas sono delle aitanti mamme che, a suon di musica R&B, affrontano lo spinoso problema dei figli che rimangono a casa dei genitori fino a 30 anni e, con la loro canzone, lanciano ai figli un messaggio ben chiaro: Smamma!
Quattro mamme e amiche: Ana Flore, Carla, Benedetta e Gisella hanno deciso così di portare all'attenzione dei media il tema scottante tipicamente italiano dei cosìdetti "bamboccioni".
Le parole delle canzone riprendono le classiche raccomandazioni tipiche dei genitori da "questa casa non è un albergo" a "ti sembra l'ora di ritornare" e tante altre. Ma le Smammas in fondo vogliono solo incoraggiare i propri figli a trovare insieme una soluzione a questo problema. 
La filosofia delle Smammas si può riassumere in quello che loro chiamano lo Smammanifesto:
A tutti i figli. E a tutte le mamme.
Crediamo in un Paese dove i giovani diventino indipendenti prima di essere vecchi.
Crediamo nei sogni dei ragazzi e nella loro realizzazione.
Crediamo nei fatti concreti e non nelle raccomandazioni.
Crediamo in Internet e nella sua capacità di diffondere messaggi giusti.
Crediamo nella musica e nella sua capacità di parlare a tutti.
Crediamo che in una Società di grandi numeri, quattro sia il numero perfetto da cui partire.
Crediamo nel future scritto oggi, non ieri.
Crediamo nella consapevolezza e nella condivisione.
Crediamo in questa battaglia e nel vostro appoggio.
Che siate figli o mamme, l’indipendenza è più vicina di quanto pensiate.
State con noi.
E voi che ne pensate di questo tema? Le Smammas riusciranno con una canzone a portare attenzione su un tema così scottante qua in Italia?
Cosa ne pensate del fenomeno dilagante dei  trentenni che vivono ancora in casa dei propri genitori?
Io credo che, in linea generale, è vero, ai figli fa anche comodo stare coi genitori e molti se ne approffittano. Io sono uscita di casa che avevo quasi 19 anni ma erano tempi diversi, il lavoro si trovava; ora, in questi tempi di crisi la situazione si è proprio ribaltata rispetto ad una volta, molti giovani sono costretti a stare a casa dei genitori ed è diverso che farlo per scelta. Seppur sono volenterosi, il lavoro non si trova e la vita è davvero cara e dura. Da mamma spero che la situazione migliori e che quando i miei figli saranno più grandi vorrei che lasciassero casa perché hanno trovato la loro strada.
Secondo voi e così o in Italia ci sono troppi bamboccioni? E, se così fosse, la colpa non è forse anche delle mamme?
Se vi va lasciatemi un commento e ditemi la vostra.
Se siete curiosi di saperne di più guardate il video e visionate il sito www.smammas.it





Articolo sponsorizzato

5 commenti:

Shopping, che passione! ha detto...

ho guardato il video! Ho scritto anch'io un post sullo stesso argomento! :)

Claudia ha detto...

Cosa ne penso del fenomeno dilagante dei trentenni ..ma anche quarantenni e cinquantenni ... cosa ne penso ... .. meglio cantare va'...

Laura ha detto...

Certo che se uno non ce la fa a mantenersi perché non ha lavoro... ma dove deve andare? Però è pieno anche di "bamboccioni" che di casa sono usciti, si sono anche sposati, ma la spesa la fa mammà, i panni li lava e stira lei e così via... Bella vita...

Mariagrazia ha detto...

Io ho due figli 14 e 10 anni, spero solo, per loro, che escano di casa appena possibile, perché i ragazzi hanno bisogno della loro indipedenza, il che vuol dire però che mamma non passerà da casa loro a fare il bucato, la spesa, ordine (va be' non lo faccio neppure a casa mia). Un a bella esperienza potrebbe essere andare a studiare un po' all'estero, quest'estate eravamo in vacanza a Londra e abbiamo trovato tanti ragazzi e ragazze italiani che si arrangiavano a lavorare lì, studiavano e comunque facevano una bella esperienza, io li incoraggerò in tal senso.

Rossana Lombardi ha detto...

Sono d'accordo con te, i giovani hanno bisogno di indipendenza, solo che qua in Italia siamo messi proprio male attualmente, dispiace dirlo ma l'estero può essere davvero una soluzione!

Posta un commento

Ti ringrazio se vuoi commentare, torna a trovarmi ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...